Approfondimenti - Il Consiglio News Feed

mercoledì, giugno 24, 2009

Il ballottaggio del potere

Nota 26/06/09: Oramai non si capisce più niente. Stanno cercando di rimbambire la gente ancora di più, o sono rimbambiti loro? Leggete i titoli di questi due articoli, uno pubblicato su LaSiciliaWeb.it ed uno su LiveSicilia.it. Se non è guerra (psicologica) questa....
Aggiornamento: il titolo di LiveSicilia.it da "Fumata nera" è diventato "C'è l'intesa". Meno male.


Una assilla i Siciliani dopo aver visto l'esito dei ballottaggi: Lombardo e Miccichè hanno perso o hanno vinto?

Per qualcuno avrebbe vinto il pdl, per altri il pd. Tutti sono comunque d'accordo nel dire che i due avrebbero perso, perchè avrebbero apparentemente appoggiato la sinistra che invece è stata sconfitta ovunque eccetto che a Motta S. Anastasia.

E' probabilmente la prima volta nella storia, non solo italiana, che qualcuno possa dire di aver vinto quando le sue preferenze passano dal quasi 50%, a circa il 35%. E' anche la prima volta nella storia che un partito (l'IDV) pretende di dettare legge con l'8% dei voti e mentre il totale della coalizione continua a sprofondare solo perchè hanno un mezzo sindaco in più a Motta S. Anastasia, provincia di Catania.

Evidentemente l'IDV ha altri appoggi “esterni”:

Nella capitale inglese, si riunisce infatti una speciale commissione non governativa denominata Council of Foreign Relations Europe, che sarebbe la filiale europea di quella statunitense, ambedue finanziate dal multimiliardario ebreo americano Rockefeller, ma anche dalla fondazione George Soros e dal Gruppo Unicredit per l'Italia.

Nella lista dei membri ci sono parecchi ed influenti politici europei, ed è proprio in questo elenco che abbiamo trovato i nostri Massimo D'Alema, Gianfranco Fini ed udite udite, Leoluca Orlando ex sindaco di Palermo e personaggio di spicco dell'Italia dei Valori.


A queste condizioni non so fino a quando l'MPA avrebbe realmente potuto appoggiare la sinistra nei ballottaggi. Buttato fuori Berlusconi, si sarebbe trovato di nuovo contro tutta la sinistra.

Quell'unica mezza vittoria della sinistra a Motta, poi la dice lunga sulla reale forza dell'MPA. Più delle “apparenti” sconfitte. Il candidato del pdl, Salvo Scuderi, era appoggiato dalle liste preparate a favore di Capuana, un assessore alla provincia di Catania candidato della prima ora nel paesino etneo.

Capuana era il candidato sindaco dell'MPA contro il pdl. Ma ad un certo punto è successo qualcosa di strano (“Amministrative Sicilia, Daniele Capuana espulso dall’Mpa”, SiciliaToday.net 8 maggio 2009):

Ha appoggiato il candidato sindaco del Pdl Salvo Scuderi a Motta Santa’Anastasia ritirando la propria candidatura: una mossa che è costata cara a Daniele Capuana, uno dei volti più noti del panorama politico locale, assessore provinciale allo Sport e alle Politiche giovanili, che è stato espulso dall’Mpa.

Quindi a Motta Lombardo non ha lasciato correre e malgrado un pezzo del suo stesso partito avesse disatteso le direttive traghettando nel pdl, ha vinto.

Quale prova di forza, conta di più il risultato di Motta o le sconfitte negli altri ballottagi? Diciamo che le posizioni relative tra pdl ed MPA rimangono invariate rispetto al voto europeo dopo questo ballottaggio.

Chi in realtà ci potrebbe aver guadagnato qualcosa è l'UDC, che vincendo un ballottaggio ha battuto un colpo che sembra non verrà ignorato: si sussurra già di un ritorno in giunta dell'ex magistrato Ilarda:

L'Udc potrebbe tornare a fare parte della nuova giunta alla Regione Siciliana. Lo conferma il presidente della Regione Raffaele Lombardo

La Sicilia oramai è un ballottaggio a tre: Lombardo, Miccichè e Cuffaro. Ma facciamo attenzione ad Orlando, visto le sue credenziali "finanziarie".

19 commenti:

Anonimo ha detto...

Sinceramente non ci sto capendo piu' niente. E mi sento molto deluso da tutta questa schifosa politica. Forse abbiamo fatto un errore madornale ad appoggiare Lombardo.

sR ha detto...

almeno abbiamo capito che la politica non si fa nelle sedi dei partiti. già questo è qualcosa

rrusariu ha detto...

Assa' bbinirika a-ttutti.


Penso che Raffaele Lombardo, visti i risultati, debba fare un po' di realpolitik. Toto' non e' stato scalzato completamente dai giochi politici.
Ieri a berlusca gli ha fatto comodo avere Lombardo dalla sua parte per far fuori Casini e in qualche modo Cuffaro. Ma ha avuto paura della piega che potesse prendere piede un partito del sud.
A quel punto lui che ci starebbe a fare. Ed allora adesso obbligo Lombardo al reintegro dell'Udc siciliana. Ma fin quando Berlusca potra' reggere al fuoco delle artigliere italiane al soldo britannico?
Aspetteremo dopo il G8 dell'aquila per vedere sparigliare le carte.
Penso che Raffaele sia su una linea attendista... ma nel frattempo vorrei sapere con chi ha fatto il mutuo da 1 miliardo di euro!
Pecunia non olet! Ma sapendo da chi veniva il gregge di pecore, sapremo quanto dovremo pagare per l'erbaggio!!!

Abate Vella ha detto...

Avere eroi nel senso "alto" del termine tra coloro che gestiscono il potere, o pensare che realmente ve ne possano essere, e' forse un errore.

Non perche' non abbiano morale o perche' siano tutti corrotti. Ma perche' la politica e' guerra ed i tuoi nemici non hanno alcuna intenzione di rispettare le regole.

Vieni messo di fronte ad una alternativa: o combatti alla pari, oppure sei fuori.

Alla fine l'eroe e' quello che fa vincere le cose in cui crediamo o che muore per esse. Ma se andassimo a vedere dietro, vedendo quello che l'eroe ha dovuto fare per raggiungenre quell'obiettivo, troveremmo la strada piena di cadaveri.

D'altronde quando un soldato prende una medaglia, la prende piu' per i morti che ha fatto che per altro.

Per quel che mi riguarda e' inutile immagnare ipotetici mondi utopici dove trionfa la giustizia e dove si vive in pace con gli altri: per realizzare tutto cio' tutta l'umanita' dovrebbe essere sottomessa ad un solo potere.

Precisamente quello che vogliono sia l'Entita', sia il Vaticano, anche se secondo prospettive diverse.

Chi non ha intenzione di sottomettersi ad una tale visione "globale", sta lottando affinche' la guerra continui.

Abate Vella ha detto...

Rrusariu,

non lo so se si puo' dire che Berlusconi abbia costretto Lombardo ad accettare l'UDC come dicono certi giornali.

Non credo che avessero altra scelta...

Oramai Lombardo sapeva che doveva riprendersi Cuffaro. Anche perche' dall'altra parte vedi che gruppetto simpatico che abbiamo: Orlando + Fini!!!!

Senza contare che Berlusconi non puo' piu' fare affidamento su Tremonti, ed infatti si vedono sempre meno assieme.

Oggi il Tremonti a quella specie di festa dei fiannziari ha fatto un discorso sin troppo "globalizzante"...

Mi sa che anche lui sia tornato a guardare ad occidente....

rrusariu ha detto...

Penso a questo punto che l'entita' abbia mosso le pedine che ci sono presso la curia senatoriale romana.

Dovrebbero essere appizzati i manifesti in SIciia con i nomi di chi ha fatto la proposta di modifica dello Statuto.

Penso che a questo sara' un'estate rovente per chi non si rassegna a perdere l'intrallazzo politico gestito fino ad adesso.

Penso che a questo punto verra' sacrificato definitivamente l'ultimo grande ricercato ma cadranno a questo punto anche chi l'ha coperto, anche le sottane penso.

COMITATO SICILIANO ha detto...

Ciao a tutti, c'è ciauru di nuove elezioni.

L'Ingegnere Volante ha detto...

Salta tutto. Lombardo non mollare!

zetan ha detto...

E' tutto fin troppo chiaro, lo sostego da tempo che questo è il momento più delicato per realizzare il cambiamento, cambiamento che viene ostacolato anche dall'estero nel disprezzo assoluto dei più bassi principi democratici.

La repubblica italiana è a sovranità limitatissima; come sottolineavo nel post predente, dunque non vorrei essere nei panni di Lombardo, per questo il mio sostegno verso il suo operato, in questa fase, è ancora più determinato.

Abate condivido che la cooperazione, anche sulle valutazioni degli eventi complessi, è un valore, dunque proverò a sintetizzare alcuni spunti, appena ne avrò la possibilità.

Abate Vella ha detto...

Qualche analista su SiciliaInformazioni e su LiveSicilia aveva previsto nuove elezioni dopo l'estate...

Secondo Micciché il pdl va verso il suicidio, secondo altri il simbolo del nuovo partito é giá stato depositato.

La Brambilla ha preparato il bigliettino funerario dell'Italia (vedi il nuovo logo "Italia"). Sará un lapsus freudiano...

Berlusconi sta puntando tutto nel tentativo di riuscire a tenersi il sud malgrado la perdita della Sicilia.

L'Ingegnere Volante ha detto...

Penso che questi (pseudo-)analisti, siano solo nemici della Sicilia. Una cosa e' certa: remano contro!

zetan ha detto...

La Council of Foreign Relations Europe, in rappresentanza di altre, è evidente che sta puntando su personaggi che trasversalmente concorrano a ristabilire l’ordine in Italia. Per questo temo sia verosimile che avvieremo su una fase elettorale prematura sia per le politiche che per le regionali in Sicilia. Quello che mi infastidisce e stare a guardare. Così come mi infastidisce dover difendere il pecoraio il quale non ha capito che è fuori dai giochi, Obama non garantisce per lui nonostante la disponibilità resa ad ospitare i terroristi di Guantanamo. A nessuno è consentito superare la soglia della sudditanza nei confronti degli interessi anglo-americani, la lista sarebbe lunga Mattei, Moro, Andreotti, Craxi, per quest’ultimo non dimentichiamoci lo smacco fatto subire agli americani a Sigonella relativamente ai dirottatori della Achille Lauro; Berlusconi appena ha superato la soglia, vedi relazioni con Putin e, cosa più grave la perdita del controllo in Sicilia viene immediatamente mollato, come i precedenti. Adesso non si può ricorre ne alle BR ne tanto meno alla Mafia per contrastare tanta irriverenza, per le argomentazioni da te affrontate, da me condivise, dunque escono allo scoperto.
L’aspetto che più mi interessa sottolineare riguarda la funzione di queste organizzazioni criminali in relazione alla strategia della tensione e alle conseguenze indotte tanto a livello individuali che collettive.
Gli atti criminali efferati hanno una duplice funzione, oltre alla ostentazione del controllo sullo stato, una mansione che raramente viene considerata e riguarda le conseguenze sul blocco emozionale collettivo, nel senso che la paura o peggio il terrore, genera sugli individui un blocco evolutivo, questo è registrabile fisicamente con la contrazione dell’ellisse del DNA, questa contrazione ha delle conseguenze molto pesanti, in quanto, alimenta nell’individuo l’insorgere di malattie oltre al blocco emozionale proprio della fase evolutiva, che consente il cambiamento collettivo privo di effetti devastanti.
In breve questi condizionamenti consentono, ai depravati, di arrestare le trasformazioni che modificherebbe il corso degli eventi, li ostacolano per non perdere il controllo sulle coscienze. Mantenere sotto controllo la massa critica è l’aspetto più importante e potente, da quel livello controllano tutto, e ne conoscono molto bene il potenziale, al punto che temono qualunque seppur piccola trasformazione reale
Oggi in Italia non possono usare più gli strumenti del terrore come li abbiamo conosciuti in passato, dunque proveranno a farci paura con altri mezzi, il segreto è non lasciarsi prendere dalla paura, essa è la peggiore nemica per liberarci definitivamente degli oppressori.
Sembrerà folle ma è questo il campo su cui portare l’attenzione come continuano a fare, del resto, i nostri amici, i quali hanno conoscenze profonde in questo campo, bisogna cominciare a comprendere quali sono gli strumenti adeguati oltre l’intelletto per modificarsi e modificare gli eventi.

x_alfo_x ha detto...

Il Partito Democratico vira verso l'indipendenza del veneto? Il manifesto una provocazione? O c'è dell'altro?
http://brigantilibertari.blogspot.com/

Abate Vella ha detto...

Zetan,

la vedo come te: la generazione di paura e' funzonale a creare pressione sulla gente. La pressione psicologica a sua volta agisce anche sul nostro corpo. Queste sono cose ben conosciute da chi usa queste tecniche.

La paura inoltre blocca l'azione. In questo modo si ha una popolazione inerme e pronta a ricevere di tutto pur di far cessare la paura.

Se i metodi violenti classici, quali terrorismo e criminalitá organizzata non si possono usare, si deve fare ricorso ad altro. Anche la confusione generata dal crollo della struttura sociale e' stata attentamente pianificata.

x_alfo_x, grazie della interessantissima segnalazione. Sinceramente mi viene difficile azzardare una motivazione... ma potrebbe anche essere l'altra faccia dell'azione di Orlando a nord: si assumono certe posizioni per cercare di isolare i reali portatori di quelle istanze.

COMITATO SICILIANO ha detto...

Vedo che in comune hanno il fumo, sarà li il problema.

Anonimo ha detto...

Abate, sulla nota del 26.06.09, in testa al tuo articolo, il collegamento al link di LiveSicilia.it propone una finestra Rss con un contenuto diverso da quello effettivo dell'articolo.

Abate Vella ha detto...

LiveSicilia ha cambiato la storia. Il titolo da "Fumata nera" e' diventato C'e' l'intesa...

Anonimo, probabilmente hai beccato il momento mentre stavano aggiornando l'articolo...

Anonimo ha detto...

buongiorno a tutti, seguo il blog da poco è sn un pò confuso.Insomma l'entità vuole o nn vuole la sicilia e un sud italia "autonomi" vi prego rispondete.....

Abate Vella ha detto...

Anonimo,

l'Entità ha favorito movimenti autonomisti ed indipendentisti un pò ovunque in Europa per favorire la disgregazione degli stati nazionali.

Anche la Lega nord all'inizio è stata facilitata da questi meccanismi.

Al contrario si è guardata bene dal favorire l'autonomismo siciliano perchè dietro di esso si nascondono forze "orientali" che puntano alla ristrutturtazione dell'Italia in senso pre-risorgimentale, favorendo così anche il Vaticano.

Per forze orientali intendo Russia ma anche nord Africa.

Se dall'Europa di recente sono arrivati dei venti favorevoli alla Sicilia è perchè si è voluta dare una spintarella a Lombardo in funzione anti-berlusconiana.

Oggi l'Entità ha assoldato una serie di fuguri che dovrebbero intercettare parte dei sentimenti autonomisti in Sicilia ed al sud.