Approfondimenti - Il Consiglio News Feed

domenica, ottobre 12, 2008

L'Europa nuoce gravemente alla salute (dei suoi avversari)

Un post forse criptico, nel quale i collegamenti tra le varie figure non saranno subito chiari. Ad esempio non tutti capiranno immediatamente chi sia questa Mary Kelly e cosa ci faccia in compagnia dell'Arciduca d'Austria o di Haider. Questa piccola raccolta di obituari però introduce un argomento che abbiamo già implicitamente sfiorato in altre occasioni su questo blog, e che ora bisognerà trattare più ampiamente per cercare di scavare in determinati episodi che hanno caratterizzato la storia della nostra Sicilia negli ultimi 148 (!) anni. Parlo dell'esoterismo, e di come esso permei tuttora la società occidentale condizionandone le vicende politiche ed economiche. Ne riparleremo presto.

Mary Jean Kelly, una semplice prostituta nata in Irlanda nel 1863 circa, ed uccisa a Londra il 9 novembre del 1888.













Arciduca Francesco Ferdinando
, erede al trono d'Austria. Ucciso a Sarajevo il 28 giugno del 1914. Il suo assassinio provocò lo scoppio della prima guerra mondiale. Il principe acquistò nel 1889 il castello di Konopiště, 50km a sud di Praga, dove andò ad abitare. Secondo la leggenda a partire dal 1907 impiegò un giardiniere inglese per coltivare delle rose. Il suo obbiettivo sarebbe stato quello di ottenere, attraverso incroci vari, una rosa nera, malgrado qualcuno lo avesse avvertito che le rose nere portassero guerra e morte. Egli raggiunse il suo scopo nel 1914, e nel giugno dello stesso anno invitò l'imperatore tedesco, Guglielmo II, ad ammirare le sue rose. Pochi giorni dopo cadde vittima di una cospirazione gestita da mani ancora ignote.

Aldo Moro, ucciso a Roma il 9 maggio 1978 a causa del famoso tentativo di raggiungere il compromesso storico. Tutto ciò che riguarda il suo rapimento e la sua successiva eliminazione è ancora avvolto nel mistero. Poco tempo prima del rapimento l'Economist aveva pubblicato in copertina una caricatura dello statista raffigurato come una marionetta tirata da fili da dietro le quinte con dietro al scritta “è finita la commedia”. Per capire che genere di manovre ci fossero dietro il rapimento suggerisco di dare un'occhiata ai post sull'argomento pubblicati dal blog di Paolo Franceschetti (1 e 2) e riferentesi ad una discussione che si sta svolgendo sul forum del sito di Gabriella Carlizzi.

L'immagine è stata estratta dal seguente articolo:
http://news.bbc.co.uk/onthisday/hi/dates/stories/may/10/newsid_2522000/2522891.stm

Giovanni Falcone, ucciso a Palermo il 23 maggio 1992 Il giudice siciliano forse fu quello che più di tutti si avvicinò al cuore stesso del potere occidentale. E cercò di ficcarvi dentro un paletto di frassino. Fu fatto saltare in aria, fu fatto a pezzi. Come lui aveva fatto saltare in aria le sottili trame di quelle che chiamava “le menti raffinatissime”.

L'immagine è stata estratta dal seguente video:
http://www.youtube.com/watch?v=j2VizTcMRk4

Pym Fortuyn, ucciso il 6 maggio 2002 ad Hilversum, nel nord dell'Olanda, 9 giorni prima delle elezioni parlamentari. Pym era un nazionalista, nel senso che credeva nello stato (in questo caso l'Olanda) e probabilmente non avrebbe mai tradito la costituzione cedendo la sovranità alla Comunità Europea. La sua affermazione alle elezioni era data per scontata.

L'immagine è stata estratta dal seguente articolo:
http://news.bbc.co.uk/2/hi/europe/1979335.stm

Anna Lindh morì a Stoccolma l'11 settembre 2003 alle 5:29 del mattino in seguito alle 22 coltellate ricevute il giorno prima in un negozio cittadino. L'assassino, malgrado le telecamere lo avessero ripreso, non fu mai trovato. Con quei colpi riuscì a danneggiarle irreparabilmente tutti gli organi interni. Il futuro primo ministro svedese perse il 60% del suo sangue. Qualcuno dice un lavoro professionale. Anna Lindh aveva spesso denunciato i crimini commessi dagli israeliani contro i palestinesi. L'assassinio ebbe luogo 3 giorni prima del referendum per l'adozione dell'Euro in Svezia. Il “no” era in forte vantaggio ed Anna Lindh era a favore della moneta unica. La sua morte avrebbe potuto fare riprendere quota al “si”, ma i “no” furono l'80%

L'immagine è stata estratta dal seguente articolo:
http://news.bbc.co.uk/2/hi/europe/3125774.stm

Joerg Haider, ucciso a Klagenfurt (da un incidente stradale, dicono...) l'11 ottobre scorso. Un altro nazionalista, un altra spina nel fianco della Comunità Massonica Europea. Nel 1999, quando entrò nella coalizione di governo, con minacce e vili misure repressive, riuscirono a liquidarlo politicamente. Questa volta non ci sarebbero riusciti: la crisi economica avrebbe portato la maggioranza della popolazione austriaca a ribellarsi alla UE. Ed a votare in massa per Haider. La liquidazione questa volta doveva essere fisica.

10 commenti:

Comitato Siciliano ha detto...

Mentre guidava l'auto è andata fuori strada inspiegabilmente, dalla tecnica usata e dalle idee politiche della vittima, già si è capito chi sono i mandanti...

Abate Vella ha detto...

Comitato, non so se ti riferisci all'idea di Blondet riguardo alla Mossad. Non sono tanto d'accordo. Anche quella a me sembra una copertura per far credere che ad ucciderlo siano stati poteri esterni all'Europa.

Haider é stato eliminato per la sua contrarietá alle idee mondialiste (tra cui, quella della UE). E con questa crisi economica la sua figura era diventata particolarmente ingombrante. Ora piloteranno la destra austriaca senza grosse difficoltá.

Comitato Siciliano ha detto...

Il fatto è che quei poteri sono anche interni all'Europa.

Quello di Haider potrebbe essere un avvertimento per gli altri politici europei.

Stefania Nicoletti ha detto...

Ciao Abate,
ti ho già scritto anche nel blog di Paolo.
La tua analisi è perfetta.
Molto pertinente anche l'accostamento con altri personaggi illustri. Tutti vittime della stessa "mano", e uccise più o meno per gli stessi motivi.

Abate Vella ha detto...

Comitato, é vero quei poteri sono interni....

Riguardo l'avvertimento: avevo giá iniziato a rispondere a Stefania sul blog di Paolo, ma pensandoci é accostandomi al commento del Comitato mi sembra di vedere la conferma dell'avvertimento nell'accostamento alla Slovenia.

Haider esce di strada con la macchina. Noi subito diciamo é stato ucciso. Ma cosa stanno pensando certi politici europei non del tutto allineati o che ogni tanto tentennano? Sono stati loro o no? Se sono stati loro ce lo faranno sapere.

Ed ecco che esce la storia del sabotatore sloveno. Praticamente rimettendo in scena l'assassinio dell'erede al trono d'Austria.

In questo modo si da la conferma a tutti quelli che capiscono questo linguaggio, siamo stati noi: siete avvertiti.

La riproposizione della situazione del 1914 potrebbe anche avere dei fini esoterici o meglio scaramantici. La prima guerra mondiale fu un successo per la "massoneria". Ora, come una nuova Pearl Harbour per gli americani (rimesso in scena con l'11 settembre), si rimanda in scena l'assassinio di Sarajevo in vista del prossimo scontro con l'oriente (Russia, Iran, forse Cina).

Stefania Nicoletti ha detto...

Abate,
interessante la tua interpretazione.
Potrebbero esserci due piani diversi di significato: il depistaggio, lo sviare l'attenzione su altri "colpevoli" (questa scusa è da dare in pasto alla cosiddetta opinione pubblica, insomma a noi semplici cittadini); e il segnale, il messaggio "siamo stati noi" da mandare a chi invece comprende questo linguaggio. Che poi sarebbe un elemento in più, insieme agli altri che già sono presenti: rose rosse, date, numeri...

COMITATO SICILIANO ha detto...

Ancora su Sgarbi
http://comitatosiciliano.blogspot.com/2008/10/sgarbi-cultore-del-male-e-della.html

Paolo Franceschetti ha detto...

Ciao Abate.

Mi perdonerai se ti ho rubato il titolo. Abbiamo preparato anche noi un articolo su Heider e il tuo titolo mi è piaciuto troppo.
Ciao

Paolo Franceschetti ha detto...

ps...
carino e tragicomico l'articolo su Contrada e Banda della Magliana.

Abate Vella ha detto...

Paolo,

non ti preoccupare per il titolo, prendi quello che vuoi (e poi mi hai anche citato...)

Su Contrada e la banda, quando leggi porcherie come quelle se le prendi sul serio cadi in depressione. Sei costretto ad usare l'ironia!