Approfondimenti - Il Consiglio News Feed

lunedì, settembre 17, 2007

Consigli per i naviganti

Nel correre tra un post e l'altro tralascio spesso di aggiornare i link a lato e di ringraziare chi amplifica la visibilità di questo blog ripubblicandone gli articoli.

A questo proposito segnalo un nuovo blog militante, L'Ora del Vespro, che ha ripreso uno dei miei post più recenti.

Devo anche segnalare e ringraziare gli amici de L'Altra Sicilia che praticamente in ogni numero del loro quindicinale (L'Isola) pubblicano qualcosa dell'Abate Vella.

A volte nei nostri blog verremmo discutere le verità più scomode, ma allo stesso tempo non vorremmo metterci ad accusare a destra e a manca senza lo straccio di una prova. Il modo più semplice per coordinare i nostri discorsi è allora quello di usare le parole di chi è venuto prima di noi ed ha lottato per la nostra libertà.

Dico questo perchè nell'invitarvi alla lettura dell'ultimo numero dell'Isola, devo assolutamente segnalare la citazione ripresa da Giuseppe De Felice (ispiratore ed organizzatore dei Fasci Siciliani ed agguerrito avversario del Crispi):

"La mafia non è la vergogna della Sicilia, ma dello stato che la mantiene"


Questo disse De Felice il 23 novembre del 1899, ed a pagina 7 troverete per intero la spietata verità descritta dalle parole dell'illustre politico.

Dall'altra parte dispiace notare che La Voce dell'Isola negli ultimi due numeri ha tralasciato di 'tastare il polso' alla comunità sicilianista online, malgrado questa si stia espandendo sempre di più. Speriamo trovino un pò di spazio nei prossimi numeri.

Il Comitato Neoborbonico della Sicilia (www.neoborbonicisicilia.it) atterra sul web. Speriamo di poter intavolare delle interessanti 'trattative' anche con loro!

Infine devo segnalare un altro blog nuovissimo, quello di Meridio Siculo (www.meridiosiculo.altervista.org), da seguire con attenzione per l'estesa documentazione raccolta e per la perizia storica con cui il nostro discute gli argomenti che ci sono cari.

W la Sicilia!

7 commenti:

alphonse ha detto...

Sono Alphonse Doria, ho finito proprio ora di leggere il suo articolo: SICILIANO ED ITALIANO: quale dei due è il dialetto? L'ho trovato interessante e lo condividuo,
anche io ho un blog, ormai...
http://alphonsedoria.splinder.com/
Grazie

Gonzalo ha detto...

Ciao a tutti, vi invito a leggere l'articolo:
Perchè non ci molleranno mai

Vi siete mai chiesti perchè i greci sbarcarono a Naxos, nei pressi di Taormina e non a Rimini?
E perchè Ancona è una colonia siceliota e non è stata fondata, che so?dagli etruschi?
E come mai le 3 capitali dell'antichità risiedono tutte al centro-sud?
Siracusa(periodo greco), Roma (periodo romano), Palermo (periodo medioevale con Federico II di Svevia).
E come mai i barbari venivano sempre dal nord? (e per "barbari" s'intendevano proprio i popoli del nord)
Come mai è da 2000 anni che qualcuno, da nord, cerca sempre di impossessarsi del Sud?

Ce lo siamo chiesti anche noi del Comitato ed abbiamo provato a darci delle risposte, ma prima è stata necessaria una profonda riflessione...


...continua su www.neoborbonicisicilia.it

Spero che sia spunto di ulteriori riflessioni.

saluti

MERIDIO SICULO ha detto...

Un grazie e un saluto all'amico Abate Vella per la presentazione del mio sito.

MERIDIO SICULO

L'Ingegnere Volante ha detto...

Caro Abate Vella,

Grazie di cuore per la tua recensione del mio blog.
Ciao e a risentirci su queste frequenze,

L'Ing. Volante

Gonzalo ha detto...

Ciao a tutti, ho inserito la seconda ed ultima parte dell'articolo:

Perchè non ci molleranno mai
Se fino ad oggi la Sicilia è stata volutamente tenuta lontana dai grandi traffici internazionali, grazie ad un'alchimia socio-culturale-economica che ha contribuito a spostare artificialmente il baricentro economico dall'asse Palermo-Napoli a quello Torino-Milano.

Ma può tale artifizio contro natura durare a lungo?Noi crediamo di no, ma prima vorremmo parlare delle ricchezze economiche e logistico-strategiche del Sud e della Sicilia ed a cui i poteri forti del Nord non vorrebbero per nessun motivo rinunciare...


...continua su www.neoborbonici.it

saluti

Anonimo ha detto...

FINALMENTE I VERI SICILIANI si sono risvegliati da 147 anni di sonno profondo. Il sangue del Vespro di 750 anni fa`incomincia a scorrere di nuovo. Questa volta gli nemici non sono i francesi angioini e il papa, ma gli italici del nord, i pseudo-italiani che hanno perso le loro radici e lingue storiche, il governo coloniale italiano, i partiti nazionali italiani, l’opinione pubblica italiana col cervello lavato al stile stalinista, i pseudo-siciliani colonizzati, il sistema scolastico conformista perpuatori delle menzogne anti-storiche, la stampa asservita al potere politico italico. Il nostro momento storico per la nostra riscossa come popolo Siciliano e`arrivato il 4 luglio 2007 quando il popolo Siciliano ha finalmente smaschierato l’anti-eroe ed assassino garibaldi al parlamento italiano. Lo stesso giorno dell’anti eroe garibaldi e della revoluzione Americana. Noi faremo come hanno fatto gli Americani di 231 anni fa`, rovesciando il potere coloniale che le teneva schiavi. VIVA La Sicilia Libera, VIVA il popolo Siciliano, VIVA la Nazione Siciliana, VIVA LA LINGUA SICILIANA. Avanti col nuovo Vespro Siciliano

Costanzo ha detto...

Troppa frammentazione di associazioni sicilianiste, in questo modo non si fa molta strada.
Uniti si vince, se c'è la volontà.
In questo modo passeranno altri 150
anni per aspirare a vedere la sicilia veramente autonoma o quantomeno rispettata. Le associazioni indipendentiste e autonomiste, da quello che leggo
mi sembra che agiscono in sordina,nell'ombra,quasi che abbiano timore. Vogliamo informare i siciliani e il resto dei meridionali che sono completamente all'oscuro di come si è fatta l'unità d'italia ??