Approfondimenti - Il Consiglio News Feed

lunedì, febbraio 25, 2008

Nodi al fazzoletto

“I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale.”
Woody Allen

“Ponte sullo Stretto, l'unica grande opera che rende la Sicilia pienamente Italia e i siciliani completamente italiani.”
Silvio Berlusconi

“Potevano scegliere fra il disonore e la guerra. Hanno scelto il disonore, e avranno la guerra.”
Wiston Churchill

“Non difendo la Sicilia.”
Salvatore Mancuso, ex presidente del BDS

“Se un uomo non ha scoperto nulla per cui vorrebbe morire, non è adatto a vivere.”
Martin Luther King

“La Sicilia è una regione (...) rude.”
Anna Finocchiaro

“La differenza tra un politico ed uno statista sta nel fatto che il politico pensa alle prossime elezioni lo statista alle prossime generazioni.”
Alcide De Gasperi

“Spero davvero che tanti di voi mi vogliano seguire in questa meravigliosa battaglia di libertà.”
Gianfranco Micciché

“Non si mente mai così tanto come prima delle elezioni, durante la guerra e dopo la caccia.”
Otto Von Bismark

“Io vi chiedo di non sottovalutare la situazione e di prevedere un piano sicurezza per la Sicilia. (...) Se per questo è utile l’impiego dell’esercito, ben venga l’esercito.”
Rita Borsellino

“Non so bene dov'è la sinistra e dov'è la destra. (...) Viviamo in un manicomio globalizzato.”
Fidel Castro

“Se dicessimo che ci schieriamo da una parte o dall'altra saremmo iscritti nell'elenco degli ascari....”
Raffaele Lombardo

“I nostri dubbi sono dei traditori che ci fanno spesso perdere quei beni che pur potremmo ottenere, soltanto perché non abbiamo il coraggio di tentare.”
William Shakespeare

“Picchiare le donne è un'usanza siculo-pakistana.”
Giuliano Amato

“Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.”
Woody Allen

15 commenti:

cek ha detto...

Inquietante la frase della Borsellino.

Sembra che faccia finta di non vedere che in Sicilia la situazione non è più quella del'92.

Se vi interessa, dalle mie parti(Emilia-Romagna)la Borsellino è popolarissima a sinistra e in particolare tra i cattocomunisti,tra cui la "sindaca" del mio paese (Crevalcore,prov.di Bo)che della Borsellino è diventata amica invitandola spesso a parlare e all'inaugurazione della nuova biblioteca intitolata,pensate un pò,a Paolo Borsellino.

Ora,a parte il fatto che per una biblioteca sarebbe più consono il nome di uno scrittore (e se lo si voleva siciliano c'era solo l'imbarazzo della scelta)questi comunisti,catto e non,fan finta di non sapere che Paolo Borsellino era vicino al MSI e buon amico di Almirante.

Il fatto è che questa gente vede la mafia come qualcosa "di destra",e la sinistra comunista per loro è stata l'unica forza politica che ad essa si è opposta.

La Borsellino è stata molto abile a sfruttare quest'idea sballata, guadagnandosi l'appoggio delle associazioni di sinistra del nord.

E per continuare a usufruire di questi appoggi deve continuare a propagandare l'idea di una Sicilia dove la mafia è sempre più forte ed influente.

Nebròs ha detto...

"E per continuare a usufruire di questi appoggi deve continuare a propagandare l'idea di una Sicilia dove la mafia è sempre più forte ed influente."

cek, riguardo a questa affermazione ed anche a quelle presenti in un altro topic sulla questione di non rivangare la storia, ti invito a leggere questo post, così capirai che la storia si ripete sempre e chi la conosce si troverà preparato agli eventi presenti e futuri

http://duecentonoveac.forumup.it/about70-duecentonoveac.html

Orazio Vasta ha detto...

Tutti d'accordo! Tutti d'accordo per continuare a sfruttare la Sicilia. Tutti d'accordo per continuare a sfruttare la Sicilia con il consenso-complicità della maggioranza dei Siciliani. Tutti d'accordo! E,cosa aspettarci da un Popolo senza memoria storica? Da un Popolo che si fa sbattere,a destra e a manca, come una canna al vento? Forza Raffaele,la Sicilia è tua...di Cuffaro,di Berlusconi,di Fini... Dai Anna,fai la tua parte...ma,la Sicilia non sarà tua o di Veltroni...sarà di Raffaele e compari...In ogni caso,con Raffaele o Anna,la Sicilia non sarà-ancora una volta-dei Siciliani,Popolo di smemorati, a cui dedico questa bellissima e drammaticamente attuale poesia del poeta siciliano Turi Lima.
(oraziovasta@libero.it * rarika-radice.blogspot.com)
31 MARZU

E la palumma gialla isò la testa
e dritta si puntò supra li pedi:
si vitti l'ugna addivintari accetti;
nta l'occhi ntisi lu focu svampari
e scattari lu cori intra lu pettu,
dda propriu unni la manu la firìu.
E lu lupu di raggia si vistìu,
e a ogni pilu na lancia ci spuntò,
strazzò lu celu ccu li ranfii all'aria
e ccu li denti muzzicò lu ventu.
Luttò aggirbatu, ccu li lami all'occhi
e la terra trimò, russa di sangu.
E la palumma gialla, ad ali stisi,
vulò tutti li munti e li chianuri
a l'acqua di lu celu e di lu mari
e tutta, d'intra e fora, la vutò.
Muzza cascò la testa di lu lupu
sutta na macchia tènnira di cìciri
e la palumma gialla chiusi l'ali
e nta lu giuccu so turnò a cuvari.
Palumma, ca vulannu jornu e notti,
vai carriannu fraschi a lu to nidu,
chi non lu vidi ca li palummeddi
su' spersi cca e dda, n-cerca d'amuri?
Ma cu' po dari amuri a li to' figghi,
si n-celu e n-terra arregna lu spruveri?,
si ancora, pi paisi e pi trazzeri,
lu lupu a gargi aperti arraggia ancora?
Cridisti ca ccu l'ali l'ammazzasti,
ma è lupu a setti viti e a setti testi
chi cangiò di pilami e di culuri,
ma ccu la testa nova azzanna ancora
Lu celu è chiummu e l'arvuli su' sicchi,
la terra è nugghia e pènnunu li rosi,
frisca lu ventu e sbattunu catini
e càscanu li pinni a li to' ali.
E pùngiunu li spini di li to' zammari
e lu sangu ti nesci di li vini.
Si' stanca, palummedda, di vulari !
Te' cca, palumma e mettitillu intra lu pettu;
te' stu me sangu e jìnchiti li vini
e vola pi li strati d'ogni celu.
Cerca Duceziu e fatti cunsignari
tutta la forza so e lu so curaggiu,
jùngila ccu la forza di li Vespri
e chiama a lu so latu tutti pari:
Eunu, Salviu, Alesi e Squarcialupu,
nfina a Bagnascu e a Ntoniu Canèpa:
su' tutti Vespri, palummedda mia,
Vespri ca tu ha' purtatu pi li voschi
a ricampari pàmpini di cerza
nfina a lu sogghiu di lu nidu to,
unni però lu lupu, a tradimentu,
senza nudda pietà ti l'ammazzò.
Lu lupu è forti, palummedda mia,
forti e ngannusu, latru e senza cori
e tu non poi chiù ancora lacrimari:
Isa la testa, palummedda mia,
punta li pedi e tòccati lu pettu,
fàuci l'ugna fatti addivintari
e l'ali aperti addivintari accetti;
vola tutti li munti e li chianuri,
rivota l'acqua tutta, d'intra e fora,
e grida ancora mora mora mora.
TURI LIMA

L'Ingegnere Volante ha detto...

Caro Abate,

Che amarezza... profonda, profondissima!

Mi sono piaciute molto le citazioni che hai riportato. Rendono giustizia ai personaggi, più che mille - inutili - parole.

Forza, i Siciliani con i COGLIONI esistono!!!!! E noi possiamo fregiarci di essere tra quelli.

Oggi siamo pochi, domani saremo tanti e cambieremo la Sicilia.

Questo è ciò per cui val la pena di vivere e di morire.

Sicilia Patria Nostra. Sopra tutto e tutti.

Un fortissimo abbraccio!

Peppinnappa ha detto...

“La Sicilia ha dimostrato in numerose occasioni
di vivere una vita a carattere nazionale proprio,
più che regionale”
Antonio Gramsci. Chissà se lo sa la Finocchiaro. Allego il link da cui ho tratto la citazione:
http://www.repubblicasiciliana.org/public/detto_da.asp. C'è anche un'amara confessione del siciliano Luigi Capuana, che dovrebbe far riflettre tanti nostri politici.

Peppinnappa ha detto...

ripeto il link
http://www.repubblicasiciliana.org/public/detto_da.asp

Abate Vella ha detto...

Caro Cek,

la Borsellino all'inizio era un pericolo per tutti, perchè non si capiva cosa avesse in mente. Alle scorse regionali è stata votata anche da elettori di destra.
Poi abbiamo capito che dal punto di vista politico era un incapace ostaggio di una sinistra falsa e corrotta.
Su queste pagine ne abbiamo parlato parecchio.
Da quello che dici, sembra che dalle tue parti sia diventata un campione dell' "antimafia". Puoi capire meglio quello che voglio dire leggendo il post "un elemosina fatta in Sicilia" dell'ottobre 2007.
Comunque la Borsellino oramai è finita.

La mafia non è di destra ne di sinistra, ma bipartisan. I "compagni" avrebbero fatto carte false per ottenere i suoi servizi. Ma è stata levata di mezzo prima che potessero riuscirci.

Orazio, Ingegnere Volante, i Siciliani con i cosidetti sono tanti. Il problema è che non si sono ancora accorti di averceli. Andiamo avanti e saremo sempre di più.

Peppinnappa, grazie della segnalazione. Certo, l'ennesimo partito siciliano. Se ci si unisse... Sai qualcosa di più di loro?

Anonimo ha detto...

"Peppinnappa, grazie della segnalazione. Certo, l'ennesimo partito siciliano. Se ci si unisse... Sai qualcosa di più di loro?"

Per quanto ne sappia il PNS fa parte del MIS.

Peppinnappa ha detto...

Purtroppo non so nulla di più di quanto già detto. Ho scoperto il sito per caso, gironzolando nel web.

Anonimo ha detto...

C'è molto indipendentismo e radicale federalismo che si sta candidando in Sicilia all'ombra del logo "Amici di Beppe Grillo" e della candidatura prestigiosa di Sonia Alfano. Non mi pare un fenomeno da trascurare. Scusate se è off topics ma la notizia è degna di nota.

Anonimo ha detto...

All'anonimo:

Onestamente non mi è parso...d'altronde come potrebbe esserlo? Beppe Grillo è pur sempre italiano.
Potrei anche sbagliarmi eh,è chiaro.

rrusariu ha detto...

ASSA' BBINIRICA A TUTTI

IN QUESTO PERIODO STO SUPPORTANDO LA PRESENTAZIONE DI UNA LISTA "per il Sud" qui in lombardia.

La mia partecipazione non vuole essere una negazione di quello che ho finora scritto in questo blog.
Anzi ho trovato disponibilità a essere subito inserito in lista per il senato. Sarei il terzo della lista, ma non dispero...
Picciotti dobbiamo cercare di sfruttare ogni spazio disponibile per portare avanti progetti che aiutino la Sicilia ad uscire fuori da questo sfacelo italiano. Non siamo i soli a vedere ciò, ed ogni opportunità va sfruttata!!!

VIVA LA SICILIA!!!!!!!!

Abate Vella ha detto...

Chi si presenta nella lista di Beppe Grillo credo proprio che potrà tranquillamente essere scritto nella lista degli ascari peggiori. O degli stupidi.

I partiti siciliani ci sono e non c'è alcun bisogno di chiedere aiuto a nord.

Sarebbe stato molto meglio fare una lista Siciliana e poi al limite associarla alle liste di Grillo. Tra parentesi il buffone genovese non era neanche alla presentazione.

Il motivo? Grillo è d'accordo con Veltroni e Berlusconi per spaccare l'Italia in due, distruggere l'autonomia siciliana e mettere Napoli capitale a sud. Quindi non ha motivo di essere presente a Palermo. Va a Napoli alla grande cazzata del monnezza day, dove invita i napoletani a dichiarare l'indipendenza. Ma non fa lo stesso a Palermo dove SA che l'indipendenza si potrebbe fare nel giro di un paio di giorni.

Buffoni.

Rrusariu,

quando puoi facci sapere di più sulla tua lista e sul partito con il quale ti presenti.

Speriamo il PNS faccia davvero parte del MIS e non sia un ennesimo partitino fatto di tante lodevoli intenzioni ma senza mezzi.

rrusariu ha detto...

Questo è il sito www.perilsud.net

La lista è apparentata con l'AltraSIcilia nella circoscrizione europea, al momento stiamo raccogliendo le firme per la presentazione della lista, in lombardia, emilia-romagna, campania, puglia e calabria.

Oggi c'è stato il deposito dei due simboli.
Se qualche emigrato fosse disponibile per il deposito delle firme puo' chiamarmi al nr.cell che c'è sul sito laltrasicilia-legnano.org

Mi hanno firmato la lista anche molti lumbard, questo è un momento che tutte le persone sentono che vogliono cambiare lo stato delle cose, perchè se si finisce a schifìu ci finiscono anche loro.

Un caro saluto a tutti e assà bbinirica!!!

L'Ingegnere Volante ha detto...

Scusa Rrusariu,

Ma "Per il Sud" si autodefinisce un partito lealista.

Tu ti riconosci in questa definizione?

Assabbinirica!